D.P.R. 8/2015

Informazioni per la compilazione

La EN 81-21 è stata preparata e portata a termine nella sua stesura definitiva lungo un arco di diversi anni che ha visto la conclusione nel 2009 con la sua pubblicazione a livello europeo da parte del CEN (Comitato europeo di normalizzazione) per il suo ingresso successivo nella raccolta di norme nazionali dei vari Stati membri.

La norma è stata preparata e portata alla sua armonizzazione a livello europeo come conseguenza di un mandato della Commissione europea al CEN al fine di stabilire regole che consentissero l’installazione di ascensori nuovi aventi sicurezza certa di funzionamento pur dovendo fare i conti con limitazioni geometriche e strutturali presentate da edifici esistenti eventualmente da secoli – e non modificabili per il soddisfacimento dei requisiti richiesti dalle norme generali come le EN 81-1 ed EN 81-2.

L’obiettivo chiaro e dichiarato era quello di garantire l’accessibilità anche agli edifici esistenti consentendo a qualunque persona – anche se affetta da problemi per esempio di mobilità – di raggiungere i piani elevati senza dovere salire lungo le scale con il risultato di mantenere il valore degli appartamenti a quote superiori.